Problemi di sonno? Forse colpa della Luna

Problemi di sonno? Forse colpa della Luna

Problemi di sonno? Potrebbe essere colpa della Luna. Per anni gli scienziati si sono confrontati per cercare di capire se la Luna potesse influenzare il tempo che passiamo tra le braccia di Morfeo. Senza trovare prove evidenti.


Adesso un nuovo studio, pubblicato sulla rivista Current Biology, ripropone la questione e dà una risposta, affermando che esiste una stretta relazione tra il riposo e il nostro satellite. Secondo Christian Cajochen dell'Università di Basilea in Svizzera, co-autore della ricerca, il sonno degli esseri umani è programmato in base alle fasi lunari. In particolare, quando c'è la luna piena le persone dormono in media 20 minuti in meno. Ecco la prova che dentro di noi abbiamo un «orologio circalunare» che ticchetta e influisce sulle ore di riposo. Qualcosa di simile all'orologio circadiano in grado di aiutare gli essere umani a sincronizzare i cambiamenti fisici e i comportamenti del ciclo giorno-notte.

«Il ciclo lunare influenza il nostro sonno anche quando non ce ne rendiamo conto, perché magari non sappiamo qual è la fase lunare nel momento in cui stiamo chiudendo gli occhi» spiega Cajochen. Per avvalorare la sua tesi Cajochen sottolinea che un orologio circalunare è stato trovato negli insetti e nei rettili. Perché non potrebbe esistere anche negli uomini? I risultati lo dimostrano.

L'analisi del sonno è stata fatta su 33 volontari che si sono prestati a passare le notti sui letti di una specie di clinica del sonno. Qui, i soggetti sono stati monitorati mentre erano nel mondo dei sogni. Cajochen e il suo team ha esaminato le attività celebrali, i movimenti oculari e le secrezioni ormonali notturne. I test lasciano pochi dubbi: durante la luna piena le attività celebrali legate al sonno sono diminuite del 30%. Non solo. In queste notti i volontari hanno mostrato livelli più bassi di melatonina (l'ormone che regola il ciclo sonno-veglia) e ci hanno messo più tempo per addormentarsi, dai cinque minuti in su. «I partecipanti hanno detto di aver dormito male - ha precisato il ricercatore - senza sapere che in quella notte c'era la luna piena, visto che si trovavano in stanze senza finestre».
Il motivo che lega il sonno alla Luna potrebbe avere origini preistoriche. Cajochen, infatti, ipotizza che la sincronizzazione sia nata nei nostri antenati. «Con la luna piena i primi esseri umani dormivano meno a causa della luce prodotta dalla luna, perché non si sentivano protetti dal buio e avevano paura di diventare il pasto di qualche predatore». Questo poteva essere vero in passato, ma oggi è tutto diverso. Altri studi avranno il compito di avvalorare la tesi.

27 July, 2013