La riscoperta di San Francesco

San Francesco

Quarant’anni fa, quando Franco Zeffirelli ha girato Fratello Sole, Sorella Luna, il personaggio di San Francisco d’Assisi era associato ai hippies che uscivano dalla società dei consumi per creare le loro comunità libera. Oggi „il Santo dei Poveri” ha un’altro messaggio.

"Rapinare e sfruttare la terra e tutto quanto vive intorno alla natura è un peccato gravissimo che fa scandalo agli occhi di Dio e che va fermato immediatamente". "Continuare ad andare avanti così non è più possibile, come non è morale far finta di niente di fronte ai recenti disastri nucleari avvenuti appena pochi giorni fa in Francia e, solo qualche mese fa, in Giappone. Occorre quindi cambiare stili di vita e tornare, magari, a quella semplicità predicata da San Francesco che dopo oltre 800 anni continua ad affascinare credenti e non credenti". Nuovo appassionato allarme in difesa dell'ambiente e delle energie rinnovabili da parte dei frati del Sacro Convento di Assisi lanciato  al convegno ''Con fratello Sole, sorella Luna e Madre Terra, rispettare l'ambiente, tra infrastrutture, sviluppo sostenibile e cura dell'uomo'', l'annuale appuntamento internazionale con cui i confratelli di San Francesco si confrontano su tematiche ecologiche con studiosi, politici ed intellettuali.

Punto centrale della proposta ambientale francescana - illustrata dal Custode del Sacro Convento, padre Giuseppe Piemontese  - è che "indispensabile ormai avere un rapporto, per ogni forma di ricerca e di uso, non di rapina o di sfruttamento, ma di fraternità e di promozione del creato e dell'uomo''.

Di fronte ai "frequenti disastri ecologici" che funestano "le nostre vite con frequenza ormai troppo costante", i francescani ripropongono con forza il ''modello'' di Francesco d'Assisi nel rapporto tra l'uomo e l'ambiente, rapporto che - ricorda padre Piemontese - può essere ''produttivo, fruttuoso e responsabile'' se ''l'uomo non si abbandona allo spontaneismo dei suoi impulsi di conquista, di possesso smodato, di interesse personale''. Francesco d'Assisi è il modello ideale capace di parlare a tutti  -  a parere del Custode del Sacro convento - perché ha ''conosciuto e accettato il piano di Dio: gli uomini sono tutti fratelli e tutto ciò che Dio ha creato è affidato alla custodia vicendevole''.

03 October, 2011