Il Sole sta per invertire i poli del campo magnetico

Il Sole sta per invertire i poli del campo magnetico

Il Sole sta per invertire i poli del proprio campo magnetico, un evento periodico che avrà ripercussioni in tutto il sistema solare,

Terra compresa. Ma niente paura: tutte lo volte che questo è accaduto, regolarmente ogni 11 anni, non ci sono mai stati problemi per noi. Secondo alcuni scienziati della Nasa che lavorano alla Stanford University, in California, il processo impiegherà ancora qualche mese prima di completarsi.


L'evento, spiegano gli esperti, avviene all'incirca ogni 11 anni, e fa parte del ciclo naturale del Sole, di cui segna la metà. Il fenomeno non avviene in maniera regolare, ma si ha prima l'inversione del polo Nord, che è già riposizionato, mentre quello Sud sta cambiando a poco a poco. Durante il processo la radiazione magnetica solare, che si stende come un foglio ben oltre Plutone, tende a 'raggrinzirsi'. "Questo - spiega il comunicato della Stanford University - porta a una migliore schermatura del nostro pianeta dai raggi cosmici".


 Questo fenomeno provoca una variazione dell'intensità del campo magnetico, che determina tutti quei fenomeni che fanno parte della cosiddetta "attività solare": le macchie fotosferiche, i flare (brillamenti), e i cambiamenti del vento solare. In genere gli effetti del campo magnetico sulla Terra includono, soprattutto nei periodi di massima attività, le aurore polari, le interferenze e le interruzioni delle comunicazioni radio e dell'elettricità. Gli astronomi ritengono che l'attività della nostra stella - la cui attività cambia di continuo la stessa struttura dell'atmosfera esterna alla Terra - ha avuto un ruolo fondamentale nella formazione ed evoluzione del sistema solare.

12 August, 2013