Entro l’anno a Panamá il piú grande parco eolico d’America Centrale

Entro l’anno a Panamá il piú grande parco eolico d’America Centrale

Si chiama Penonomé quello che diventerà il parco eolico più grande dell’America Centrale, con una potenza di 22 MW per assorbire fra il 6 e il 7% della domanda di energia interna e rifornire oltre 100.000 famiglie, vale a dire mezzo milione di abitanti di Panamá.

I lavori sono cominciati con l’installazione della prima delle 88 turbine a vento che conterà il parco, salutata da una cerimonia ufficiale a cui ha preso parte anche il presidente Ricardo Martinelli. Questi ha naturalmente elogiato la decisione del governo che, a suo dire, produrrà energia meno cara ; un beneficio, ha detto, che i panamensi avvertiranno subito poiché comporterà l’abbassamento della ‘canasta basica’, il paniere dei prodotti di prima necessità.

L’entrata a pieno regime del parco, prevista entro l’anno, consentirà secondo il governo di rafforzare e migliorare il settore energetico nazionale. Il 75% dell’energia del Parque Eólico Penonomé sarà prodotta nei mesi estivi, quanto il vento soffia più forte e costante, permettendo così anche il risparmio di acqua durante la stagione secca e riducendo la dipendenza dai combustibili fossili.

Il direttore generale della Unión Eólica Panameña, Rafael Pérez, ha definito il progetto di “grande importanza” anche sul piano ambientale: sarà possibile infatti, almeno sulla carta, evitare l’emissione di 450.000 tonnellate di CO2 l’anno; in più – ha sottolineato – si tratta di un progetto “ecosostenibile”.

08 August, 2013