Programma d’autostima a scuola

Programma d’autostima a scuola

 


Britney Spears in costume da bagno prima e dopo l’intervento  di correzione digitale: una foto in carne, l’altra snellita.

É parte del materiale per i ragazzini dell’ultima classe delle scuole elementari in Inghilterra per ridurre l’impatto di immagini mediatiche eccessivamente perfette sull’autostima dei giovanissimi.


Le fotografie di Britney distribuite dalla cantante stessa l’anno scorso per dimostrare che la perfezione non esiste, fanno parte di un pacchetto educativo messo insieme dalla società non profit Media Smart e presentato al pubblico dal governo.


„Vogliamo incoraggiare i ragazzi fin da piccoli a capire che non è l’aspetto fisico a determinare quanto valiamo come persone” – ha detto Lynne Featherstone, sottosegretario per le pari opportunità.


Potrebbe sembrare un esercizio futile, e c’é chi in Inghilterra precisa che sarebbe meglio se le scuole insegnassero a leggere, scrivere e contare, eppure ci sono ricerche che indicano che solo un’ora trascorsa a sfogliare una rivista abbassa l’autostima dell’80% delle lettrici.


Ecco le lezioni quindi sull’air-brushing, su quei click che in in secondo possono togliere cinque chili, allungare le gambe, cancellare le rughe. Oltre a Britney, i ragazzini tra i 10 e gli 11 anni studieranno le immagini de Keira Knightley con il seno maggiorato per il poster di un film e le campagne pubblicitarie de diverse linee cosmetiche, tra cui anche Dove e Benetton, che piuttosto che perfezionare modelle già prive dei grossi difetti hanno utilizzato recentemente donne e ragazza di taglie, forme e colori diversi. Gli allievi verranno incoraggati a imparare a modificare le fotografie e anche a scoprire gli errori.


I creatori del programma sperano di dare ai giovanissimi la possibilità di leggere e capire queste immagini e contribuirà a dare loro la sicurezza necessaria per stare bene con il loro corpo e crescere felici.

03 November, 2011